lunedì 16 novembre 2009

Pessimi medici... concordo.

In queste lunghe settimane di inattività non mi sono reso conto che nel mare smisuratamente vasto della pessima comunicazione del rischio collegato alla pandemia ci sono isole di eccellenza comunicativa. Mi riferisco, ad esempio, ad Anna Meldolesi che nel suo blog scrive cose molto interessanti sulla pandemia influenzale.
Uno degli argomenti che avevo il desiderio e il dovere di trattare è relativo alla indecorosa presa di posizione dei medici nei confronti del vaccino pandemico.
Non sarei stato morbido. Chi non si vaccina è libero di farlo, ma se sei medico devi riflettere moltissimo prima di prendere una simile decisione perchè nelle tue mani non c'è solo la tua salute ma anche quella degli altri. Se il panorama complessivo si limitasse al problema dei medici che decidono di non vaccinarsi il problema sarebbe relativo. Il punto è che il panorama è reso deprimente da un gran numero di medici che non solo non si vaccinano ma pure sconsigliano, talvolta accoratamente, la vaccinazione.
Cosa è accaduto alla classe medica italiana?
Sono rimasto per molti giorni perplesso e deluso a pensare. Nel frattempo quello che avrei potuto dire l'ha scritto in un suo pezzo Anna Meldolesi. Condivido ogni sua parola.

6 commenti:

UlrikeS ha detto...

Anch'io sono molto d'accordo con l'articolo "Pessimi medici". Quel blog è un'oasi, come anche il Vostro e qualche altro. Non trovo parole per questo comportamento così negligente verso i propri pazienti. Lo stesso penso e dico da anni riguardo alla vaccinazione contro l'influenza stagionale. Non vorrei essere un malato grave che per forza deve stare in ospedale e che è circondato da medici e infermieri non vaccinati. Che orrore. Anch'io conosco personalmente medici che hanno deciso di non farsi vaccinare e ne andavano quasi fieri. Oltre al danno diretto che possono provocare ai pazienti o ai loro familiari c'è anche il fatto che evidentemente non capiscono che c'è bisogno di loro, specialmente durante una pandemia. E come se tutto questo non bastasse, il loro pessimo esempio provoca una reazione anti-vaccinazione nella popolazione. "Ci dev'essere un motivo per cui non si fanno vaccinare, non possono essere tutti ignoranti. C'è qualcosa che non va in questo vaccino, se nemmeno i medici stessi si fanno vaccinare." Così le persone a rischio evitano il vaccino con i rischi che conosciamo.
In questi giorni devo trovare un medico di famiglia per mio figlio perché il pediatra lo poteva seguiro solo fino a 14 anni. Uno dei primi criteri è che dev'essere un medico che si è fatto vaccinare contro l'influenza pandemica e che è ben informato su questo vaccino e sulla malattia. Non mi potrei mai fidare di uno dei pessimi medici che sconsigliano il vaccino.

Daniel Fiacchini ha detto...

Spero vivamente che tu riesca a trovare un medico del genere. A Fabriano, dove lavoro per il locale Servizio Igiene e Sanità Pubblica, ci sono bravissimi medici che si sono fatti vaccinare. Effettivamente la mia stima per loro è aumentata. Allo stesso modo posso dire di conoscere medici che ritenevo veramente in gamba e che hanno rifiutato la vaccinazione, dimostrando superficialità, creduloneria, scarso senso etico.

UlrikeS ha detto...

Si, infatti, in queste settiman, leggendo e ascoltando molti commenti sulla faccenda nuova influenza e vaccino pandemico e sono molto scioccata di questa "epidemia" di ignoranza acuta, della grande superficialità, dell'incapacità di fare un ragionamento logico, del poco senso etico. C'è un passaparola senza il minimo interesse a verificare. Mi lascia anche molto perplessa la freddezza con la quale la gente accetta che ci sono molte persone in terapia intensiva e morte. Gli basta fare un paragone con l'influenza stagionale per farli sorridere quando sentono le notizie al telegionale. Ho citato letteralmente, una aveva scritto che le notizie la fanno "sorridere" perché Fazio ha detto che questa influenza è 10 volte meno grave. Ma in che mondo viviamo. E' molto preoccupante.

Anonimo ha detto...

http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/napoli/notizie/cronaca/2009/5-novembre-2009/vaccinazioni-medici-infermieri-cardarelli-tre-sono-gravi-1601960068051.shtml

UlrikeS,sarä per questo chen non si vaccinano oppure sconsigliano la vaccinazione a persone sane?

UlrikeS ha detto...

In quell'articolo si legge: "Alcuni giorni fa sono stati sottoposti a vaccinazione quaranta tra medici e infermieri del più importante ospedale del Sud e tre infermieri si sono sentiti subito male: vertigini, perdite di senso, sudorazioni. Uno è stato ricoverato in terapia intensiva, due hanno dovuto far ricorso alle cure dei colleghi. A scatenare l grave reazione, sembra, alcuni componenti allergenici contenuti nei vaccini."

Questa è una classica reazione EMOTIVA alle iniezioni (non importa se vaccini o altro). Non c'entrava per niente il contenuto della siringa. E' risaputo che soprattutto le ragazze hanno queste reazioni, a volte svengono anche prima dell'iniezione, mentre aspettano il loro turno.

giglio ha detto...

Che dire di quei medici che non si sono vaccinati, che lo hanno sconsigliato alle persone sane che lavorano in servizi pubblici, ma che hanno chiamato attivamente i pazienti a rischio, per vaccinarli nei loro ambulatori a pagamento (6 euro a vaccino somministrato)....sara'per senso etico o per la 15esima? (la 14esima la prendono gia' con la vaccinazione influenzale stagionale)....